Eurospin le forzate del pallone

Articolo pubblicato da “La Nuova Sardegna ” a firma di Mario Carta e Sandra Usai

Ci sono bimbetti delle elementari che hanno il coraggio di lagnarsi perché tre mesi di ferie sono troppo pochi, per loro. Le ragazze della Torres Eurospin di giorni di vacanza ne hanno avuti appena 12, ma non battono ciglio. Anzi, non vedono l’ora di tornare in campo perché sarà in Slovenia, per i preliminari della Champion’s League femminile di calcio. Felici ma le perplessità restano, legate a discorsi già sentiti nel settore maschile: si gioca troppo, si gioca sempre. Però i maschi professionisti sono tutelati da una norma che li obbliga a un mese di riposo, e le ragazze no.

«E allora guardiamola dall’altro lato – dice Giancarlo Padovan, presidente della Divisione femminile della Lega calcio -. La Champions League è il momento più alto al quale si può aspirare, un sacrificio si può fare. Penso che le nostre ragazze, dilettanti, accorcerebbero le loro vacanze, per giocarla». E le ragazze di Sassari, arrivate seconde in campionato, lo faranno volentieri. Come il Bardolino campione d’Italia, che passa direttamente al primo turno. Ma non ci sono solo i preliminari. 30 luglio-4 agosto in Slovenia, poi gli Europei per nazioni dal 23 agosto al 10 settembre, se si arriva in fondo. E la Torres alla Nazionale contribuisce non poco. Ma quando riposano, queste ragazze? Quanto rischiano in termini di infortuni e di stress? «Queste ragazze o studiano o lavorano – dice Leonardo Marras, presidente della Torres femminile -. Per loro è un grande sacrificio, ma anche una grande soddisfazione». E un grande impegno. Tanto grande che la rosa della Torres sarà rinforzata, e presto. Oggi riparte la preparazione e in attesa dell’ufficializzazione potrebbero vedersi volti nuovi, vista l’intenzione della società di fare il possibile per avanzare in Europa.
Alla tutela delle sue principali squadre e delle atlete azzurre provvede Giancarlo Padovan, che spiega: «Il campionato partirà con una settimana di ritardo per permettere di rifiatare a Bardolino e Torres, che dovranno affrontare la Champions e quindi la Supercoppa italiana. Cercando di comprendere che questa situazione di date e calendario l’abbiamo ereditata da chi ci ha preceduto, stiamo razionalizzando il programma lasciando spazio alle nazionali e agli impegni dei club in Europa, per i quali è stato scelto il mercoledì. Il femminile sta crescendo, anche Fifa e Uefa se ne sono accorte. La finalissima della nostra Champions si giocherà due giorni prima della finalissima maschile, sempre a Madrid. Poi, è vero che c’è una discrasia tra tempi maschili e femminili, a livello di Uefa, ma su questo deve farsi sentire la Figc, per riequilibrare i rapporti tra le potenze del Nord e il resto dell’Europa, che disputa i campionati in periodi diversi».
Neppure due settimane fa, il 13 giugno, contendevano al solito Bardolino la Coppa Italia femminile di calcio (vinta dalle venete) e già si ritrovano a sudare sul campo, per preparare la nuova stagione. Un miraggio le vacanze per l’Eurospin Torres, che oggi riassaggia l’erba del Vanni Sanna nel raduno che inaugura l’annata 2009-2010.
Tutta colpa dei preliminari della Champion’s League, in programma dal 30 luglio al 4 agosto, se sono reduci dalle vacanze più brevi della storia del pallone, ma le torresine non si lamentano: troppo bella e importante l’avventura che le aspetta. Tra un solo mese si disputano in Slovenia (questa la sede decretata dal sorteggio Uefa) i preliminari della Coppa, contro le turche del Trabzonspor, le slovene del Krka Novo Mesto e le slovacche del Duslo Sala e l’appuntamento è così vicino da non poter rimandare l’inizio della preparazione.
«La squadra – dice il confermatissimo allenatore sassarese Tore Arca – arriva ancora stanca a questo raduno, soprattutto sul piano mentale. Non è facile eliminare ogni scoria in soli 12 giorni, però la causa di tanta fretta è talmente importante da farci ricominciare con grande entusiasmo. Per riposare ci sarà tempo».
Dopo l’atteso impegno di fine luglio sono già state programmate altre due settimane di vacanza.
Il medico: “E’ una vacanza davvero breve”
«Davvero brevina questa vacanza». Sergio Moraglia è il responsabile del centro di medicina sportiva della Asl di Sassari. «Di solito la preparazione riprende intorno al 20 luglio – spiega -, e se consideriamo che l’ultima gara queste ragazze l’hanno giocata appena 12 giorni fa ripartire adesso è un po’ precoce, anche se più che di avvio si deve parlare di una prosecuzione».
«Il problema, e non lo si dice da oggi – prosegue Moraglia – è che si gioca troppo. Tornei, amichevoli, coppe… bisogna staccare, anche se sono professionisti restano esseri umani, alla faccia del ‘the show must go on’. E qui oltretutto si sta parlando di dilettanti. C’è bisogno di recuperare, di gestire l’impegno alla luce di un’intera stagione, di pensare agli infortuni. Poi, un ruolo chiave lo giocano le motivazioni: ci sono dilettanti puri e dilettanti che affrontano lo sport con più serietà degli stessi professionisti. Ancora, è importante la rosa e la possibilità di suddividere carichi e fatiche tra più giocatrici».
Lo sa bene Tore Arca. L’allenatore dell’Eurospin non è solo un tecnico, insegna educazione e sa cosa lo aspetta:»Il nostro è un ripartire, un continuare. Lavorerò sulla resistenza veloce perché il fondo lo abbiamo già, e più avanti ci potremo permettere un po’ di vacanza». Anche Arca non è soddisfatto dal moltiplicarsi degli impegni: «Sono date Uefa e bisogna adeguarsi – conclude – nonostante siamo dilettanti puri, dalle atlete a noi tecnici. Programmerò un lavoro più articolato, ce la faremo».
L’impresa della Torres è possibile, dunque. Sergio Moraglia non si addentra nelle implicazioni morali della vicenda, però un allarme lo lancia: «Ognuno in casa propria e nella propria federazione è libero di fare ciò che vuole, ma il fatto che le federazioni non diano tregua ai propri tesserati mi lascia perplesso. Un allenamento d’estate però non è per tutti. Il libero professionista che sta tutto il giorno alla scrivania e vuole giocare a tennis non ci vada alle 2 del pomeriggio e rispetti le due regole fondamentali: reidratazione, e alimentazione adeguata»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: