Ulivieri: “Mourinho ha esagerato ma quanta aria di novità”

Articolo pubblicato da Tiscali Sport

Le dichiarazioni di José Mourinho a margine delle polemiche sulla gara con la Roma hanno scatenato un vero putiferio. Così i protagonisti del calcio si sono sentiti in dovere di intervenire nella discussione.

“In un’ attività sportiva come quella del calcio da un fiammifero si possono far scatenare le fiamme. Credo che tutti i dirigenti più autorevoli soprattutto quelli delle grandi squadre dovrebbero un po’ moderare certe uscite”, ha sostenuto, per esempio, il presidente della Sampdoria Riccardo Garrone. “Mourinho – ha continuato – è aperto e sincero ma bisogna sempre stare attenti a non creare e alimentare tensioni tra le tifoserie che é uno degli aspetti più delicati del calcio” ha aggiunto “.

Per Renzo Ulivieri (Presidente della Associazione allenatori) Mourinho “nella circostanza ha esagerato, ha sbagliato, ma gli va dato atto di aver portato una ventata di novità nel rapporto tra noi allenatori e l’esterno”. Ulivieri, non condivide più di tanto l’exploit del tecnico dell’Inter. “Mi sembra un po’ troppo – dice – il tecnico dell’Inter ha esagerato ipotizzando anche quello che succederà in futuro. Questo riguarda tutto il sistema e il sistema non è così, almeno in Italia. C’é stato un periodo buio ma oggi non è così. Non è questo il modo di procedere del nostro sistema”. Quanto alla manipolazione intellettuale evocata dall’allenatore portoghese, per Ulivieri “a manipolare intellettualmente noi ce ne vuole. Non siamo proprio sprovveduti. Forse siamo troppo furbi ma prima di manipolare noi ce ne vuole”.

Da presidente dell’Assoallenatori Ulivieri invita tutti gli attori di questa ennesima querelle (Mourinho, Spalletti e Ranieri) “a tenere i toni più contenuti, anche perché – dice – alla gente comune in realtà se poi Ranieri e Mourinho non si salutano interessa poco perché hanno altri problemi”. Poi però, tornando sull’episodio che ha scatenato tutto – le proteste della Roma per il rigore dubbio su Balotelli – aggiunge: “il rigore non c’era però rientra tutto in un errore arbitrale. Non ci sono altre discussioni da fare. Spalletti ha detto che non c’era, c’é stato un dopo un po’ movimentato, se ne parlerà ancora, figurarsi, ma mi sembra che il discorso si sia poi allargato troppo sul sistema e non mi sembra un ragionamento condivisibile, questo mi pare troppo”.

Ulivieri però dà atto all’allenatore dell’Inter di aver portato “qualcosa di nuovo nei rapporti con questo suo esporsi. Negli ultimi anni noi allenatori eravamo un po’ acquattati, un po’ per paura dei titoli un po’ per tenere le acque calme ruotavamo intorno a cinque sei espressioni, oggi è un po’ di tempo che le cose sono cambiate. Si parte anche noi, si prende quella che secondo me è la dimensione giusta. Io non ero tra quelli che stavano zitti, però c’eravamo un po’ seduti. Questo cambiamento è un merito dell’allenatore portoghese che ha dato un po’ una scossa. Poi – conclude – la nostra categoria dal punto di vista tecnico ha poco da imparare è la più preparata a livello mondiale

, su questo non ci piove. Nell’occasione, però, io credo che abbia esagerato un po’”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: